Tag Archive: salute



La situazione che ci pervade richiede urgenti interventi mirati al beneficio di tutti,
pertanto più persone si rincuorano per spiegare la possibilità che abbiamo di rinforzare le difese immunitarie in modo urgente e significativo, distribuendo miscele di Microrganismi Effettivi tramite il servizio di pulizie strade, giardini, dunque a livello di amministrazione Comunale. 
Probiotici per pulire: riducono anche le infezioni ospedaliere: Al Ca'Foncello di Treviso pulizie fatte con i “germi buoni” per bloccare le infezioni dei batteri nocivi. Il primario Rigoli: «Abbiamo raggiunto grandi risultati»

Probiotici per pulire: riducono anche le infezioni ospedaliere: Al Ca’Foncello di Treviso pulizie fatte con i “germi buoni” per bloccare le infezioni dei batteri nocivi. Il primario Rigoli: «Abbiamo raggiunto grandi risultati»

Sappiamo che interventi di disinfezione attualmente ancora si avvalgono dell’uso di battericidi potenti che non solo aggiungono tossicità all’aria che respiriamo ma anche infieriscono sull’equilibrio microbico già così delicato, creando circoli viziosi ulteriori a favore del malessere come segnalato da più professionisti. Si vedano i riferimenti nell’elenco di fonti informative in calce al presente articolo.
I benefici riscontrati e riscontrabili dall’uso immediato dei microrganismi effettivi sono sintetizzati in una lista qui sotto evidenziata.
 
Le miscele di probiotici, sono sicure cento per cento, certificate, economiche, già conosciute in Alto Atesina con il progetto pilota a Campo Tures fin dalle porte del 2000, usate in più strutture pubbliche tra cui scolastiche e ospedaliere da molti anni e supportate da plurimi studi e comitati scientifici nazionali ed internazionali.

info Bonifica da Virus e batteri patogeni

A cura di Alessandro Scrofani, agronomo di Ragusa

Si riporta elenco di brevi considerazioni oggettive, 

Alesandro Scrofani è relatore a tema agricoltura sostenibile, imprenditore agricolo, diplomato in Scienze Agrarie

basate sia su osservazioni e risultati riscontrati da circa 8 anni utilizzando sia in ambito agricolo, allevamento e ambientale esclusivamente i Microrganismi Effettivi da e da oltre 25 anni durante il percorso professionale e post corso di Laurea in Scienze Agrarie, posso affermare che l’impiego dei Microrganismi Effettivi ha permesso ripetutamente di risolvere problematiche ( Bonifica da Molecole inquinanti o per Presenza abnorme di Patogeni sia Gram – e Gram +, compreso Virus, Insetti ) sia su superfici inerti, sia su substrati di natura organica, risultati altrimenti ottenibili in alternativa con l’uso Molecole e Procedure altamente inquinanti, con la netta differenza che nel post interventi con l’uso dei Microrganismi Effettivi non solo si è avuto un impatto ambientale nullo ma addirittura si è portato equilibrio, ciò ha permesso in qualsiasi ambito di far si che l’ambiente irrorato con i Micro, successivamente necessitava di interventi minimi e/o concentrazioni omeopatiche per autogestirsi secondo natura, portando giovamento anche alla popolazione.

RISULTATI DA TRATTAMENTI DI MICRORGANISMI EFFETTIVI: 

⏺“Abbattimento” anche prolungato di patogeni sia in ambito vegetale sia in ambienti adibiti ad allevamenti quindi la capacità dei micro di agire sui rapporti uomo/ambiente/animale a largo spettro d’azione 

⏺Bonifica di Molecole inquinanti impiegate in qualsiasi ambito 

⏺Esclusione completa di qualsiasi molecola anche Insetticidi, Fungicidi da Coltivazioni e disinfettanti vari anche quelli che si reputano indispensabili

⏺Risoluzione dell’eutrofizzazione delle acque, causata spesso dall’impiego anche dei più comuni detergenti e disinfettanti oltre che concimi impiegati in agricoltura

⏺Minor o assenza di patogeni di qualsiasi inquadramento Tassonomico e grado di virulenza

⏺Migliori caratteristiche Nutrizionali e migliore digeribilità Ortaggi e Frutta, lo stesso si ha per gli animali

⏺L’impiego in soggetti in qualche modo sensibili a molecole presenti in tanti formulati di uso comune

⏺Riconversione totale

L’impiego dei Microrganismi Effettivi è Polivalente (acqua reflue, Fognatura, Impianti comunali, Compostaggio)

⏺Minor impiego o nullo impiego di nutrienti per la coltivazione delle piante, basandosi solo su nutrizione organica ed escludendo qualsiasi altro concime che comporta sempre un impatto ambientale

⏺Risparmi Economico diretto e indiretto sul bilancio di un Comune 

Da questo primo scambio di informazioni possono nascere tante iniziative poichè i Microrganismi Effettivi sono Polivalenti  e Hanno una grande adattabilità e flessibilità con indiscusse capacità RIGENERATIVA

AD OGGI TUTTE LE AZIENDE IN VARI CAMPI CHE SI SONO AFFIDATE AI MICRORGANISMI EFFETTIVI HANNO RISOLTO LE LORO PROBLEMATICHE SPESSO GRAVI

IL PERCHè ANCORA OGGI LE ISTITUZIONI ED ALCUNI PRIVATI SONO RESTII ALL’IMPIEGO, BENE NON C’è TANTO DA DIRE, SIAMO QUASI TUTTI CONSAPEVOLI DEL PERCHè, I PERCHè, LO STESSO PERCHè, GLI STESSI PERCHè CI STANNO PORTANDO ALLA DISTRUZIONE ANCHE DELLE COSCIENZE-  MA POSSIAMO INSIEME INVERTIRE LA  ROTTA

A disposizione di amministrazioni Comunali e singoli interessati:
Referenti probiotici Multikraft in Italia:
Annalisa Sperandio Merano Alto-Adige cell.3209665324
Gabriella de Vitti Sinigo Alto-Adige cell. 340 678 3804
Juri Tondin per madrelingua tedesca cell. 3209665324
Chiara Agostini Trentino cell. 340 003 9672
Gabriella Piazzon Appiano Bolzano cell. 347 041 6687
Silvia Quaglio Rovigo cell. 349 221 3358
Catia Rossi Emilia Romagna cell. 389 078 6419
Elisabetta Lastrucci Emilia Romagna 347 413 4526
Gabriella Salto Ivrea cell. 347 670 1123
Rita Gitto Collegno cell. 338 665 3678
Cesare Allorio Bologna cell. 3472600834
Siria Lanzilotti Montecchio Emilia RE cell.392 656 9158
Cristina Lopez Martinez ScarmagnoTorino cell. 3889533236
Luigi Andenna Formigliana VC cell. 339 591 9641
Aerendil Paolo Gorini Bibbona LI 340 947 7794
Andrea Baragiotta Biella cell. 335 583 3937
Valeria Tonello Borgo d’Ale Vercelli cell. 345 968 7255
Ivana Calligaris Alice Castello – Vercelli cell. 347 216 8417
Cesare Allorio Bologna cell. 3472600834
Alessandro Scrofani Ragusa cell. 328 825 0211
Fonti info:
PERICOLOSITA’ RELATIVE AD INTOSSICAZIONI ED INQUINAMENTO ULTERIORE CON APPROCCI DI DISINFESTAZIONE:
IMPORTANZA DELL’USO DI PROBIOTICI A FAVORE  DEL RINFORZO IMMUNITARIO,  DELL’EFFETTO DI DISINTOSSICAZIONE, DELLA BIODIVERSITA’, DELL’AGRICOLTURA E A CONTRASTARE LA FARMACO RESISTENZA ED IL PERICOLO DI INFEZIONI ADDIRITTURA NELLE STRUTTURE OSPEDALIERE:

MICROBIOTA INTESTINALE. BATTERI BUONI CHE CI TENGONO IN SALUTE

In Corea stanno utilizzando MICRORGANISMI EFFETTIVI contro il CoV19

per disinquinare il fiume Fratta

PER NUTRIRE E COLTIVARE LA TERRA: 

I batteri che disinquinano il mare e l’ambiente


“Polvere tu sei e in polvere tornerai!”. (Genesi 3, 19)
Spesso chi pone domande critiche nei confronti dell’istituzione vaticana e le sue decisioni, viene appellato come “eretico” e “non amante di Cristo”, come se non si riuscisse a distinguere Cristo dall’Istituzione vaticana stessa, creando cosi un muro spinato di giudizi, entrando subito in conflitto con il puro amore di pace universale invocata dallo stesso uomo in questione. E proprio in suo “amore” è importante riuscire a fare nuovi passi.. per renderci liberi di amare davvero a prescindere. In questi giorni abbiamo buon materiale su cui riflettere.unoagn
Ecco che nel 2016 la nostra Italia si trova di fronte a quanto resta dopo la morte di  Francesco Forgione, ricordato ai più come  “Padre Pio” (1887-1968). L’originale cranio è stato coperto da una maschera di silicone per una migliore conservazione delle sue fattezze Il corpo è protetto da una teca di cristallo. I costi di questi trattamenti non sono certo irrisori e tutto questo per decisione Vaticana, di chi si presenta come “intermediario di Dio ed a favore di Cristo”.
L’ostensione e l’esaltazione della materia mortale contraddice la via ascetica Cristica e più citazioni Bibliche. Intanto procede un business di dimensioni non indifferenti e soprattutto una dipendenza umana che poco incentiva la responsabilità individuale a conoscere lo stesso valore delle parole di quel maestro sulla cui figura si fonda il cristianesimo:  “la verità rende liberi e niente sarà più un mistero” (Giovanni 8:30-36).

Quali conseguenze ha poi questo genere di “pratiche”?

phcosmo-laera-8499_1665650

COSA SONO GLI IDOLI? “Gli idoli ..hanno bocca e non parlano, hanno occhi e non vedono, hanno orecchi e non odono, hanno naso e non odorano, hanno mani e non toccano, hanno piedi e non camminano, la loro gola non rende alcun suono. Come loro sian quelli che li fanno, tutti quelli che in essi confidano.” (Salmo 115:3-8)

Nell’Esodo 20:4-6 leggiamo:
“Non ti prostrare dinanzi a tali cose e non servir loro, perché io, l’Eterno, l’Iddio tuo, sono un Dio geloso che punisco l’iniquità dei padri sui figliuoli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano, e uso benignità, fino alla millesima generazione, verso quelli che m’amano e osservano i miei comandamenti.”
Spesso ci interroghiamo ancora sul concetto di “Dio” e ci perdiamo nelle teorie dimenticando che tale termine viene originariamente definito come “onnipresente ed onnipotente”.
Tenendo conto di questa descrizione possiamo riconoscere che tale parola è descrittiva della Natura stessa, in ogni sua forma vitale. In questo modo entriamo nella realtà e ci stacchiamo dall’illusione mentale (il cui potere è davvero grande quanto ancora sottovalutato), riuscendo anche a comprendere che quando nella Bibbia si legge “punizione o ira divina”, di fatto si tratta di semplice “causa-effetto”, ossia “ogni azione comporta una reazione”. Da tale comprensione noi umani riusciamo a recuperare la nostra responsabilità individuale.
Quando noi umani ci attacchiamo all’illusione mentale, ostacoliamo la natura, ossia “Dio onnipresente ed onnipotente”  ed i suoi processi, rinunciando alle nostre stesse caratteristiche in cui la nostra specie si distingue per la capacità di valutare le conseguenze delle proprie azioni a breve cosi come a lungo termine: sulle prossime generazioni.
Le vogliamo recuperare ed onorare?
Coraggio, si può fare..
e la nostra stessa salute.. ne gioverà di conseguenza.

 QUI  LA FONTE INFO

Locandina dell'evento "Fifiuti o Materia prima?"


Gentili interlocutori,
invio per info questa interessante serata sul tema Vigneti e salute che coinvolge da vicino persone, fauna e territorio.
Non dobbiamo mai dimenticare che le migliaia di tonnellate di pesticidi tossici e nocivi che sono nebulizzati scientificamente nella monocoltura della vite ( e dei quali si può fare a meno) danneggiano la salute attraverso l’aria, l’acqua e il cibo.
Nella ULSS7 l’incidenza dei tumori maligni nel 2010 è stata dl +7.2% con 10.500 ammalati.
Un count down per i prossimi anni.
Colgo l’occasione per allegare un intrigante, ma significativo articolo di Massimo Fini sul Fatto di Oggi, che descrive ciò che ci aspetta se non gestiamo da subito una transizione che porti ad una decrescita controllata e possibilmente felice.
Gianluigi Salvador

 

http://web.resmarche.it/resmarche/articles/art_2091.html

 

RIASSUNTO:

Pesticidi nel piatto, da colazione a cena: 81 diverse sostanze chimiche…..presenti anche in alimenti di base virtuosi, come il latte o le mele…. se si vuole Continua a leggere


la preghiera

Nelle preghiere rivolte al buon Dio supremo sono immancabili le richieste di “perseverare la nostra salute e quella dei nostri cari”. Mentre chiudiamo gli occhi e sprofondiamo il volto nel nostro cuscino ci avvolge un profumo di detersivo al quale siamo così affezionati che probabilmente ci farebbe soffrire solo l’idea di dovercene privare.

Al risveglio ci lamentiamo della dermatite che continua a corrodere la nostra pelle, dei brufoli che appaiono come lampadine, dalla tosse fastidiosa che affligge la nostra gola e dell’allergia che finisce sempre per incolpare i pollini di primavera ed i pappi che non hanno niente in se di allergico.

Quel buon Dio silenzioso come può fare a spiegare che è stata appena fatta un’ennesima preghiera, con tutto il cuore rivolto all’intento, mentre di fatto si stà continuando a servire i padroni delle cause principali di malattie?

Ci pensa il corpo a suonare i campanelli, ci pensa la “malattia” a lanciare gli allarmi e tentare la comunicazione.. giacchè dal francese il termine malattia si traduce con “maladie” (me lo dice!!)

Allora?

Che fare? Ci imbocchiamo le maniche e mettiamo in discussione le nostre azioni distorte oppure ci lamentiamo che Dio non ascolta le nostre preghiere? Continuando a fare i servi fedeli dei soliti mercati dello sfruttamento e avvelenamento di risorse vitali limitate?

Guardiamo un po’ cosa c’è nel detersivo profumato dei supermercati e chiediamoci: di che è fatto? Dove è rinchiuso? Di che è fatto l’involucro che lo rinchiude? Che viaggio fa per arrivare allo scaffale? a cosa serve? Quanto dura? Dove va dopo l’uso? Come viene trasformato dopo? E.. forse.. Ne possiamo fare a meno?

Conoscendo tutti gli ingredienti di cui è costituito il prodotto così come quelli di cui è costituito anche  il contenitore, conoscendo quanto inquinano ed avvelenano i loro processi di produzione, uso e smaltimento.. allora diventate certi che il buon Dio  non potrà proprio aiutarvi nelle vostre richieste.

Ricordiamoci che ogni prodotto che corrode, con derivati dal petrolio e residui chimici, è nocivo per l’ambiente, per la flora e la fauna.. dunque lo è anche per noi. 

Ricordiamoci che tutto quello che “sparisce” nel tubo dello scarico oppure lontano dalla nostra vista .. resta comunque, con il rischio di alterare le proprie molecole diventando ancora più nocive (vediamo bruciatori/inceneritori e ” rifiuti speciali pericolosi” che ne escono, vediamo immondizie bruiciate  in varie regioni, Alto Adige compreso, ecc..). Ricordiamoci che nell’ambiente esistono anche microrganismi preziosi per la salute e la Vita, generativi e dunque positivi (da fotosintesi, lieviti, funghi e muffe) ma se continuiamo ad ucciderli, non potremo certo contribuire alla realizzazione di quelle preghiere, ne per noi ne per i nostri cari.

Se la legge permette la vendita dei singoli prodotti non significa affatto che l’insieme dei prodotti utilizzati sia a noi  indenne (lettura consigliata: Guida pratica agli additivi alimentari e agli ingredienti cosmetici di Bil Statham . Ed.Terredimezzo)

Ecco perché è saggia la nonna che dice: “mia cara.. aiutati che il ciel ti aiuta!”

A questo punto guardiamo la nostra vita domestica, con indagini Istat alla mano che confermano: “in casa c’è più inquinamento che fuori”: trovare una soluzione immediata diventa un dovere e i microrganismi effettivi sono questa soluzione.

Il pdf indicato qui spiega cosa siano ed ognuno di noi può, volendo, sostituire subito qualsiasi altro detersivo: https://www.ecopassaparola.net/img/Allegati/17.pdf

Lisa Sperandio

PER RICEVERLI A CASA:  Questa ditta italiana che ho scelto come punto di riferimento per pulizia domestica, di persone in famiglia e animali.. e che  propongo,  lavora online —> ecco dove iscriversi e ordinali https://www.ecopassaparola.net/annalisasperandio

Carla di Bassano invece  si può raggiungere nel suo negozio oltre che ordinando online, ottimi i microrganismi effettivi EMIKO da prendere per bocca per riequilibrare la flora batterica e con vasta esperienza in agraria ed edilizia: www.emipiace.it

 

 

 


Parlare di gestione dei rifiuti e delle ricadute dell’incenerimento sulla salute è, alla luce del riemergere dell’emergenza rifiuti in Campania e dei dati preliminari dello studio Moniter circa gli esiti riproduttivi nelle popolazioni residenti in prossimità degli 8 inceneritori della nostra regione, più attuale che mai.

Per quanto attiene il primo punto non c’è da stupirsi perché, come ogni buon medico sa (o dovrebbe sapere…), se una malattia non viene affrontata rimuovendone le cause e applicando la cura giusta prima o poi si ripresenterà: a Napoli nulla è stato fatto per quanto riguarda il trattamento dell’umido o il riciclo dei materiali recuperati, come stupirsi che l’emergenza si ripresenti?

Circa lo studio Moniter, come ha fatto notare il Presidente dell’Ordine dei Medici di Bologna dott. Pizza, partecipante allo studio, i risultati di recente presentati circa gli esiti riproduttivi non sono affatto tranquillizzanti come si vorrebbe far credere. Da questi primi dati risulta infatti un incremento statisticamente significativo di rischio di parto pre-termine (32-36 settimana) variabile dal + 18%, al + 30% al + 69% correlato al livello di esposizione ed un incremento di rischio di nascite prima della 32° settimana, crescente al crescere dell’esposizione dal + 29% a quasi il +130%; da non trascurare inoltre la segnalazione di rischio di nascita di bambini di basso peso rispetto all’età gestazionale: a conferma dell’allarme circa la “follia” dell’incenerimento dei rifiuti, come ebbe a definirla il Prof Tomatis qui a Forlì già nel 2005.

Sappiamo bene che migliaia di sostanze, di cui decine cancerogene escono da questi impianti e che anche i migliori Continua a leggere