Esiste la possibilità di restituire alla natura le sue risorse intrinseche per recuperare l’abbondanza e la biodiversità che un tempo le apparteneva. Queste possibilità le troviamo cooperando con il microcosmo cioè con i microrganismi che sono appunto minuscole forme di vita essenziali. Sono talmente minuscole che abbiamo bisogno di ingrandirle centinaia di volte al microscopio per vederle.

Quando in questo microcosmo si creano squilibri, si manifesta tutto ciò che poi andiamo a definire come patologia. Gli squilibri si sono avviati orma da quando si sostiene lo sfruttamento di risorse limitate con tutte le controindicazioni relative all’inquinamento e alla batterio resistenza.

In questo spazio ci dedichiamo in modo sintetico e concreto più possibile, viste le lunghe disquisizioni che coinvolgono sempre più l’attenzione generale, essendo temi strettamente annessi alla salute stessa sia dei singoli che del Pianeta.

In rappresentanza di queste soluzioni concrete abbiamo il supporto del Dr. in agraria Alessandro Scrofani in quanto responsabile di ricerca, sviluppo, promozione, assistenza tecnica e produzione di ortaggi e frutta a partire dal territorio di Residenza in Sicilia fino ad estendersi in tutta la Nazione con il progetto “Ortobellomarket-Ecopassaparola” della Bionrg, ossia azienda italiana che si impegna nel diffondere in specifico i probiotici dell’azienda madre austriaca Multikraft, nata nel 1977 ed in grado di dare totale garanzia nell’etica e nell’efficacia.

Ma perché portare avanti un progetto in grado di offrire non solo abbondanza e qualità ma addirittura avviare meccanismi importanti di rigenerazione ambientale e disintossicazione delle risorse limitate compromesse, appellandosi ad un’azienda di probiotici in esclusiva?

Questo ce lo spiega Alessandro Scrofani: “Ho conosciuto Multikraft dopo un’esperienza negativa in cui si producevano surrogati” e di fatti lo stesso progetto di esclusiva importazione è nato in Italia proprio per impegnarci ad evitare speculazioni di prezzi, mescolanze, perdita di qualità e di sostegno nell’uso stesso dei prodotti e per questo è fondamentale ascoltare la spiegazione base prima di tutto.

Esempio di agricoltura sostenibile in cui Lucia da quasi due anni segue il protocollo Ortobello e non usa più nemmeno il rame - www.vinicasalucia.it

Esempio di agricoltura sostenibile con uva eccellente – in cui Lucia da quasi due anni segue il protocollo Ortobello e non usa più nemmeno il rame – http://www.vinicasalucia.it

Ecco cosa aggiunge: “Sarò sintetico, anche se con difficoltà mi freno su aspetti che andrebbero divulgati, personalmente ad oggi l’uso dello stesso rame non è fondamentale in agricoltura e negli invasi di raccolta acqua, come anche per il cloro, se non in alcuni casi, e dove è necessario le quantità si possono abbattere ben oltre del 50% riferendosi alla dose minima e dove previsto, si può agire con altri minerali e sostanze di natura organica a più livelli abbinando appropriate tecniche a vantaggio dell’ecosistema, ottimizzando così anche i costi; nello specifico l’uso massiccio e continuo nel tempo del rame può causare un incremento dell’uso degli agrofarmaci, poichè il rame stesso predispone i microrganismi “patogeni” e li rende poco sensibili ad altre molecole compresi gli antibiotici.

A conclusione posso ribadire che il rame alle dosi e modalità previsti in normative a mio avviso non si presenta ideale, mentre l’uso appropriato e di gran lunga ridotto e non solo la minor dose non va a svantaggio dell’agricoltura Bio, ma possiamo

Daikon fiorito da coltivazione con probiotici Multikraft a cura di Alessandro Scrofani - Ragusa

Daikon fiorito da coltivazione con probiotici Multikraft a cura di Alessandro Scrofani – Ragusa

andare incontro a quantità e qualità migliore dei frutti”.

Viticultura spettacolare ottenuta con esclusivi probiotici Mulltikraft dalla Società agricola Casa Lucia - Di Ave Lucia Saccardi e Paolo Scabini - Località Diolo Galli 4 a Lugagnano VA

Viticultura spettacolare ottenuta con esclusivi probiotici Mulltikraft dalla Società agricola Casa Lucia – Di Ave Lucia Saccardi e Paolo Scabini – Località Diolo Galli 4 a Lugagnano VAL D’ARDA (PC)

Nel frattempo vediamo nelle immagini un esempio di Viticultura sostenuta esclusivamente con i probiotici in questione in cui Lucia e Paolo non hanno più  bisogno di proteggersi con mascherine, non hanno più bisogno di confrontarsi con compromessi alcuni e possono sereni gustare ….oltre alla gioia nel contribuire a fare del bene alla natura… anche la qualità eccellente dei loro vini e un altro esempio di fioritura di Dikon in vista di altre gustosissime prelibatezze.

 

RIFERIMENTI PER CONTATTARE IL DR. AGRONOMO ALESSANDRO SCROFANI:

  Ortaggi con probiotici – agricoltura sostenibile 

RIFERIMENTI PER CONTATTARE LUCIA: cell. 335 572 2149

A cura di Lisa Sperandio – Merano – cell.3209665324