Tag Archive: Libellule



C’erano le libellule in quella mattina di maggio quando il Passirio accoglieva gli artisti a Merano. Niente uomini accasciati  sulle panchine arresi alla noncuranza, niente pezzettini restanti di spinelli gettati tra

Passeggiata degli Artisti – lungo il Passirio a Merano.

bottiglie di birra svuotate nella notte e pozze di bevande alcoliche, appiccicate al pavimento con schegge di marmo. Invece eravamo giunti noi artisti di strada, li riuniti in nell’evento WandelArt  ormai da anni a cadenza mensile. Trattasi di quel genere di artisti che ancora si spostano con le proprie opere di luogo il luogo, per contattare altri umani con un mezzo speciale: quel ponte silenzioso e mobile che  Johann Wolfgang Ghoete descriveva con la parola “arte”.

Camminavo lungo quel viale piano, lenta perché camminando in quel modo è possibile accorgersi dei tanti miracoli che la Vita manifesta. Così.. ho noto le libellule di Marina Dogo, mentre con la molletta di legno venivano fissate dalle sue mani con una dolcezza estrema contenuta sotto la sua cuffietta che le faceva da umile corona. Si: erano libellule dipinti su un foglio di carta. Dogo è il nome che diamo al cane forte quanto gioioso, affidabile ed equilibrato ed è anche lui che mi viene in mete quanto lo leggo su quell’opera come firma d’autore. Le libellule che ha scelto di dipingere Marina sono due, entrambe adulte nel loro colore accentuato che i piccoli ancora non hanno.. sono con la testina rivolta verso il centro e guardarle mi ricorda la posizione del cuore mentre le due creature hanno vissuto le tante metamorfosi che è in grado di vivere la sua specie per arrivare a raggiungere la serenità e la leggerezza di una magia totale agli occhi di chi desidera inebriarsi di veri miracoli.

Libellule di Marina Dogo – acquerello

Marina mi racconta di essere nata a Padova il 20 maggio 1963 arrivando a noi da una artistica che risale  a 15 anni fa complice un cambio di casa e l’acquisizione di uno spazio solo per  se stessa ed il suo talento di creare bellezza, semplicità e passione in perfetto equilibrio.  In realtà, confida, il desiderio di dipingere è sempre stato in lei nonostante la mia formazione scolastica tecnico-scientifica che l’ha avvicinata alla laurea. Ed ecco che aggiunge, come se si trattasse del suo tocco finale sull’opera: “Tutto è cominciato con il regalo di una tela bianca da parte del mio adorato marito Andrea…. il resto è il mio presente….” ed accanto gli occhi di Andrea brillano, come i miei d’innanzi a queste carezze della vita che anche noi umani sappiamo donarci.. perché lo so: da cosa buona, nasce e germoglia sempre ..cosa buona.

 “Il mezzo migliore per sfuggire il mondo è l’arte, il mezzo più sicuro per entrare in coatto con il mondo è l’arte”

J.W. Goethe

a cura di Lisa Sperandio

www.avepavistara.com

ALTRE INFO SU MARINA DOGO E LA SUA ARTE: http://momartpadova.blogspot.it/2010/01/marina-dogo.html   

VITA DELLA LIBELLULA: http://www.odonata.it/libe-gen/fasi-di-vita-delladulto/

Libellule in Cambogia


Eccovi Libellule.

Ed è la Terra che vive,

la perfezione nell’equilibrio che scorre,

il volo e la convivenza

l’energia vitale che condivide e moltiplica.

So di voi, il coraggio della metamorfosi:

è il vostro cuore che agisce in sintonia con il vostro sapere.

Osservarvi,

creature magiche,

insegna a sorridere,

ad ascoltare,

ad abbassare l’arroganza di quella testa illusa di essere migliore.

Osservarvi,

creature leggere quanto forti,

ci permette di percepire il piacere di appartenere allo stesso dipinto.

Lisa Sperandio, Aspettando l’autunno 2012