Tag Archive: karma



On 25 December 2015 in Aleppo in the Syrian Arab Republic, (left) Esraa, 4, and (right) her brother Waleed, 3, sit on the ground near a shelter for internally displaced persons.Da secoli ci si chiede dove vadano i morti, da secoli ci si risponde “vanno in un altro luogo” oppure “si reincarnano in altre vite” e ci si attacca ad un concetto di anima che viaggia o che arriva a destinazione in un mondo diverso.

Da secoli in questo modo non si trova pace, nonostante si creino enormi mercati ed istituzioni potenti che ostacolano il trovare risposte alternative, realistiche.
E’ urgente mettere in discussione questi credo che in realtà stanno alla base del tramandare di generazione in generazione la sofferenza non riconosciuta dei propri antenati.
Da essi ereditiamo i caratteri genetici e su questo nessuno obietta, perché dunque faticare nel riconoscere che ereditiamo anche emozioni, traumi, ansie, sofferenza?
La sofferenza che proviamo può esserci stata trasmessa da nostro padre, nostra madre, i nostri antenati. Quando siamo in grado di riconoscerlo, POSSIAMO FINALMENTE abbracciare quella sofferenza invece che lasciarci travolgere da essa e possiamo solo così trasformarla.
Quando riconosciamo l’origine di questa sofferenza e l’abbracciamo per trasformarla in serenità, lo stiamo facendo non solo per noi stessi ma anche per nostro padre, nostra madre ed i nostri antenati. Noi siamo il loro continuo, come lo è un chicco di grano dal suo seme originario.
Abbracciare questa sofferenza senza farci travolgere da essa è esattamente come una madre che abbraccia il propio neonato con pazienza, fiducia, serenità, senza confondersi con il pianto del figlio.
Il dolore è inevitabile.
E quando abbiamo compreso questo possiamo andare oltre e riconoscere che il dolore è ovunque. Oltre alla nostra sofferenza individuale e collettiva, in veste di esseri umani, c’è anche la sofferenza nella natura. In tutto il globo avvengono quotidianamente disastri naturali e non naturali: tsunami, incendi, carestie, guerre.
Bambini innocenti muoiono ogni giorno a causa di mancanza d’acqua pulita o cibo o medicinali, animali muoiono ogni giorno in preda alla tortura, al terrore, contro la propria volontà.
Siamo collegati a queste sofferenze, persino se non le sperimentiamo direttamente, noi siamo parte di queste sofferenze ed illuderci che esistano anime che continuano altrove il loro cammino ci impedisce di contattare la realtà e ci limita nel potere di curarla, di trasformarla.
Ecco perché il dolore invece di diminuire, continua.
Quando muoiono quel bambino, quella donna anziana, quel giovane o quella giovane, quel animale, in un certo senso, stiamo morendo anche noi. Eppure al contempo naturalmente siamo ancora vivi, quindi ciò significa che in un certo senso sono ancora vivi anche loro. Questa è una meditazione, una visione profonda. Comprendere questa profonda verità può aiutarci a sviluppare la nostra volontà, il nostro desiderio di vivere in un mondo che possa aiutare anche altri a rimanere in vita, a sorridere, a generare pace.11231112_458815660982671_4268494431449363090_o
Rif. Thich Nhat Hanh
a cura di Lisa Sperandio
                                       FACILITATRICE DI MEDITAZION CONSAPEVOLE
                                                         WWW.AVEPAVISTARA.COM
PROSSIMI SEMINARI INTENSIVI
“POSIZIONI FAMILIARI ARMONICHE”
24 giugno a MERANO (BZ)
per info e iscrizioni:

E’ necessario innanzitutto comprendere cosa sia il significato di kharma. Tale parola sanscrita significa “Legge di azione e conseguenza” . E’ ovvio che non esiste causa senza effetto, né effetto senza causa. Qualsiasi atto della nostra vita ha le sue conseguenze. Ogni causa si trasforma in effetto e ogni effetto si trasforma in causa.

Nella legge kharmica subentra la compensazione che mira al riportare equilibrio. Questo significa ad esempio che quando un uomo uccide un altro uomo e non se ne pente e non si prodiga a salvare altre vite, sarà compito portato avanti da qualcuno della sua generazione, un figlio, un nipote, ecc.. Lo stesso vale per le guerriglie: un popolo che non prende atto del dramma compiuto osteggiando guerra avrà nel futuro il peso di trovare compensazione ai danni causati ad esempio ospitando fuggitivi oppure una donna che abortisce volontariamente e non piange la sua scelta, non vive il suo dolore, non lo riconosce e non si impegna nell’aiutare a vivere altri bambini, altre vite.. lascerà questo compito di compensazione ai prossimi figli, nipoti, ecc… Tutto quello che si fa lascia il segno, perchè non esiste causa senza effetto, ne effetto senza causa.
Quando si vive secondo il retto pensare, il retto sentire e il retto
agire le conseguenze sono felici e stiamo praticando il Dharma*.
Il retto pensiero, il retto sentimento, la retta azione è impossibile finchè pratichiamo l’attaccamento e diamo forza al concetto del “sè isolato” che è frutto della nostra percezione erronea limitata, la stessa che ci fa credere la terra piatta e ferma. E’ importante imparare a riconoscere questa percezione erronea invece che attaccarsene per porre fine al generare dolore. La nostra caratteristica di poter scegliere va usata con visione profonda altrimenti resta una caratteristica usata per metà e che causa danni invece che benefici mentre la legge kharmica lavora secondo la compensazione per tornare all’equilibrio.
Il Karma diventa dunque la legge della Compensazione, non della vendetta. Anche le cose dolorose che ci capitano non sono punizioni ma conseguenze ad azioni precedenti distruttive. Noi siamo il continuo dei nostri antenati cosi come i semi di prugno sono il continuo del prugno. La vita continua a manifestarsi trasformandosi. 909480
Sta ad ognuno di noi riprendere consapevolezza della realtà delle cose ed imparare ad utilizzare in modo costruttivo le nostre risorse, praticando la visione profonda, con compassione e priva di prodotti della mente dualistica che giudica, che divide e dimentica l’unita di cui siamo parte.
A cura di Lisa Sperandio.
SE TI INTERESSA QUESTO ARGOMENTO E LO SENTI RISUONARE VERITIERO, SE DESIDERI PORTARE ARMONIA NELLA TUA VITA  ECCO I PROSSIMI SEMINARI INTENSIVI IN CUI TI E’ POSSIBILE FARLO:
“POSIZIONI FAMILIARI ARMONICHE”
SEMINARIO INTENSIVO A MERANO
per info e iscrizioni:
  1. CALENDARIO CENTRO OLISTICO ZenZero Merano BZ
*Il Dharma è la rettitudine (la retta azione) che ci ricorda di essere parte della stessa vita per questo richiama alla pratica di tali impegni:
– onestà (non mentire)
– lealtà (non rubare)
– proteggere le forme di vita (non uccidere ne infierire sulle altre manifestazioni di vita)
– condotta sessuale responsabile ed etica (non fornicare)
– coltivare la parola amorevole e ascolto profondo (non dire falsa testimonianza)
– consumo consapevole (astenersi ad assumere droghe, alcool, ecc.. riconoscendo come alimentazione ogni azione che nutre i sensi: la vista, il gusto, l’olfatto, il tatto, l’udito, ciò che nutre la mente)