I cittadini chiedono trattamento di rigenerazione ambientale e rinforzo immunitario al posto di sostanze tossiche adottate da azienda municipalizzata.
E’ trascorso quasi un mese da quando alcuni cittadini hanno inviato mail con richiesta specifica all’attenzione del sindaco, all’amministrazione comunale, dunque all’assessore ambientale e all’azienda municipalizzata, senza alcuna degna considerazione.
Nel frattempo si continuano ad usare sostanze tossiche, pesticidi come da consuetudine a partire da questo periodo dell’anno e addirittura a trattare l’acqua con cloro.

“Ci teniamo a condividere il contenuto delle nostre richieste considerata la valenza che riguarda tutti e pertanto siamo a comunicarlo in questa modalità. La situazione che ci pervade richiede urgenti interventi mirati al beneficio totale, pertanto più persone si rincuorano per spiegare la possibilità che abbiamo di rinforzare le difese immunitarie in modo urgente e significativo, distribuendo miscele di Microrganismi Effettivi tramite il servizio di pulizie strade, giardini, dunque a livello di amministrazione Comunale.  Sappiamo che interventi di disinfezione attualmente ancora si avvalgono dell’uso di battericidi potenti, che non solo aggiungono tossicità all’aria che respiriamo, ma anche infieriscono sull’equilibrio microbico già così delicato, creando circoli viziosi

Alto Adige: da un balcone di condominio in zona dove è iniziata la stagione di irrorazioni con fitofarmaci

ulteriori a favore del malessere come segnalato da più professionisti.

I benefici riscontrati e riscontrabili dall’uso immediato dei microrganismi effettivi sono in assoluto comprovati e certificati da più comitati scientifici e tra l’altro sono economici.
Ecco alcuni risultati dal loro utilizzo: abbattimento prolungato di patogeni sia in ambienti chiusi che aperti e addirittura negli allevamenti, bonifica da molecole inquinanti, risoluzione dell’eutrofizzazione delle acque, causata spesso da impiego di comuni detergenti, disinfettanti e concimi agricoli, riduzione evidente di qualsiasi inquadramento tossonomico e grado di virulenza, migliori caratteristiche nutrizionali di frutta e verdura con cui vengono in contatto, beneficio per animali, piante, persone anche già sofferenti a livello immunologico per cui con intolleranze, allergie ecc, risparmio diretto e indiretto su bilancio comunale grazie alla grande capacità rigenerativa”
Così scrivono i cittadini,  in un comunicato stampa inviato a testate giornalistiche regionali il 18 aprile e che ancora non si legge in nessun giornale locale nonostante la valenza della richiesta.