Quando ci chiediamo cosa ci fa male mangiare.. se desideriamo risponderci davvero in modo obiettivo.. è inevitabile considerare come è stato prodotto quello che portiamo alla nostra bocca e a quella dei nostri figli. Si: perché quel “come è stato prodotto” contribuisce alla qualità della nostra salute.

Significa nel concreto che quando acquistiamo cibo prodotto con utilizzo di pesticidi ed insetticidi, fitofarmaci tra cui dichiarati ampiamente tossici,  usati nell’industria agraria spinta, stiamo mangiando ciò che fa ci male e stiamo aumentando uno dei fattori principali ampiamente riconosciuti come causa di malattia: l’inquinamento ambientale.

In tutta l’Italia tali pratiche sono distribuite ancora nella maggior parte dei Comuni senza alcune regole, senza nessun Regolamento Rurale a tutela della salute e del Bene Comune e vanno addirittura a  scapito di ogni buon intento etico di chi non desidera avvalersene.. compresi gli abitanti che coltivano nei loro piccoli vasi sul balcone.  

Ad esempio vediamo il Trentino Alto Adige, polmone nazionale, tra i primati in quanto acquirente di tonnellate di pesticidi e insetticidi tra cui molto tossici  che coincidono con  l’aumento statistico di malattie compromettenti il DNA nei nuovi nati,   gravi danni neuropsichici e comportamentali  che sempre più si verificano nell’INFANZIA e che vanno dal deficit di attenzione ed iperattività all’autismo, fino alla riduzione del Quoziente Intellettivo. 

pha-077321.600

I pesticidi in particolare sono ritenuti responsabili della PANDEMIA SILENZIOSA, ovvero di gravi DANNI NEUROPSICHICI e COMPORTAMENTALI i che sempre più si verificano nell’INFANZIA e che vanno dal deficit di attenzione ed iperattività all’autismo, fino alla riduzione del Quoziente Intellettivo.

In sintesi, i principali danni per la salute umana per esposizione a tali sostanze sono stati identificati in: diminuzione fertilità maschile, abortività spontanea, endometriosi, gravidanza extrauterina, parto pre termine, disturbi autoimmuni, aumentato rischio di criptorchidismo e ipospadia, diabete, alcune forme di obesità, elevato rischio di tumori, deficit cognitivi e disturbi comportamentali,  patologie neurodegenerative,  disfunzioni ormonali (specie alla tiroide),  sviluppo puberale precoce.

Da evidenziare è il contributo che tutti noi possiamo dare per migliorare e rinforzare i mercati etici, in una terra italica essenzialmente perfetta nel suo clima e posizione geografica per lasciar fiorire l’agricoltura biodinamica.

Tutti noi possiamo contribuire a porre fine all’indifferenza di ciò che danneggia la salute, il presente ed il futuro della nostra popolazione: tutti noi possiamo acquistare prodotti etici, di stagione, possibilmente da agricoltori che conosciamo.. per dare forza a quello che vogliamo prenda forza. E’ utile nominare i microrganismi effettivi.

E ricordiamocelo: l’inquinamento non ha preferenze:  colpisce tutti, soprattutto i bambini e gli esseri più indifesi.

 

link informativi consigliati:

pesticidi_TV

Caratteristici colori fluorescenti lasciati dell’erba avvelenata da fitofarmaci. Le falde acquifere non possono restare immuni dal trattamento di cui si imbeve la terra.

PESTICIDI ACQUISTI BOOM IN TRENTINO: http://trentinocorrierealpi.gelocal.it/trento/cronaca/2015/09/21/news/pesticidi-acquisti-boom-in-trentino-1.12127525

ESPOSIZIONE AI PESTICIDI E SALUTE UMANA: https://difesalattematerno.files.wordpress.com/2012/05/esposizione-a-pesticidi-e-rischi-per-la-salute-umana.pdf

INQUINAMENTO DA PESTICIDI E BAMBINI: http://www.isde.padova.it/download/Il%20diritto%20del%20bambino%20a%20non%20essere%20inquinato/Gentilinipesticidi.pdf

NON SI PUO’ VIVERE SANI IN UN MONDO MALATO: https://www.facebook.com/Non-si-può-vivere-sani-in-un-mondo-malato-340848869371043/?fref=ts